Assemblea dei soci 2014

Benvenuti all’annuale assemblea dei soci del C.V.I.

Immagino tutti sappiate che a seguito delle elezioni del 20 ottobre scorso per il rinnovo del consiglio direttivo c’è stata qualche sostanziale variazione nell’ attribuzione delle cariche principali per cui spetterà a me l’onore ed onere della relazione introduttiva e la presentazione del nuovo direttivo.

Quest’ anno vorrei tuttavia fare un discorso un po’ diverso nei contenuti per cui saranno poi i consiglieri a relazionare nel dettaglio la situazione del Circolo per quanto riguarda il numero dei soci, le attività didattiche e agonistiche, il bilancio economico, gli eventi previsti per il 2014.

Prima di presentare il nuovo direttivo del Circolo della Vela Ispra, vorrei ringraziare Massimo Della Torre, per il fondamentale ruolo di collante del Consiglio, front-man nei confronti delle istituzioni e per tutto ciò che ha fatto in questi anni in qualità di presidente.

Ricordo e ringrazio tutti quelli che si adoperano, quando si innalza il livello del lago, per portare in sicurezza le barche sociali e non solo, coloro che si presentano numerosi il giorno della riapertura del Circolo, a marzo, per pulire, spostare, montare ed in sostanza permettere anche a chi non c’era di usare la sede al meglio, chi si occupa dei mezzi, di terra (pulmino e carrelli) e d’acqua (gommoni, pilotina, motori) sia impegnandosi nella manutenzione ordinaria e straordinaria, procurando benzina, miscela o gasolio, facendo qualche saldatura qua e là, aggiustando un telo rotto, sia permettendo, occupandosi di assicurazioni, bolli, revisioni, richiesta di posti in porto, permessi, che tali mezzi siano in regola.

Ci sono numerosi soci che consentono lo svolgimento delle regate, a partire dalla prima Open Derive di maggio fino all’ultima Fast Sailing di ottobre: chi prepara i bandi, raccoglie le iscrizioni, scende in acqua spesso anche molto presto per posare le boe (alle 5 di mattina per organizzare la regata delle tavole a vela di fine luglio), chi fa assistenza sui gommoni rinunciando magari a regatare, chi tira su e giù i segnali preparatori (con la stessa serietà e passione di chi è in barca giuria nella Race 19 dell’ultima America’s Cup), chi prende i tempi di arrivo, stila le classifiche, le appende fuori dalla segreteria, le pubblica sul sito, chi il giorno dopo trova il tempo di scrivere sul blog per lasciare memoria dell’evento, chi fa la spesa, chi cucina, chi monta e poi smonta tavoli e sedie, chi riordina la terrazza a fine giornata.

Un ringraziamento ai ragazzi della squadra agonistica che, sebbene ogni tanto un po’ disordinati, sono insieme a tutti gli altri soci il presente ma anche il futuro del Circolo; oggi regatano a livello zonale e nazionale, aiutano gi istruttori nella gestione dei corsi estivi, domani potrebbero partecipare a manifestazioni ancora più importanti, diventare istruttori, allenatori, consiglieri, presidenti del CVI.

Grazie ai genitori che si sentono sempre più coinvolti nell’attività dei propri figli, non  come tifoseria urlante e becera, ma come supporto alla logistica della squadra.

E ai loro allenatori, ragazzi che si presentano la domenica mattina, anche quando fa brutto tempo, per permettere ai primi di scendere in acqua per migliorarsi tecnicamente e divertirsi.

Insieme a tutti gli altri velisti regatanti del Circolo, giovani e meno giovani, portano in giro per l’Italia, unitamene alla loro pettorina rossa, il buon nome della nostra Associazione, sicuramente riconosciuta ed apprezzata da tutti, non solo sul Verbano.

Grazie ai bambini e ragazzini che aderiscono sempre numerosi alle nostre scuole estive, con entusiasmo e voglia di imparare un nuovo sport pulito, onesto e all’aria aperta; grazie anche e soprattutto ai loro genitori, spesso estranei al mondo della vela, che, anche in momenti di recessione economica, trovano la forza di investire ed offrire ai propri figli un’esperienza altamente formativa.

Bisogna poi ricordare che tutto ciò è possibile perché qualcuno fa promozione, si occupa delle iscrizioni, svolge una continua campagna di sensibilizzazione presso le scuole della provincia di Varese, cercando quelle sinergie tra il Circolo ed il territorio che sono fondamentali per poter crescere e trovare nuovi canali di diffusione del nostro sport; e ricordo chiaramente gli istruttori, che riescono a tenere vivo l’interesse dei ragazzi anche con la bonaccia o il temporale, chi prepara le barche a motore e a vela per lo svolgimento delle lezioni, coloro che rendono la sede accogliente per allievi e genitori, offrono un pasto caldo, una merenda ed una premiazione finale.

Grazie a tutti quei soci che escono in barca a Ispra, chi da solo o in coppia, chi portando tutta la famiglia, chi per allenarsi in vista di impegni importanti; anche loro tengono il Circolo vivo.

Un ricordo speciale a chi organizza la panettonata di Natale, offre premi, prepara la sala, il tabellone, legge con rinnovato entusiasmo i numeri estratti, monta video e foto che ripercorrono un altro anno festoso e pieno di soddisfazioni per tutti, a quelli che partecipano a tale festa, soci e non.

Ringraziamo tutti gli ospiti, i pochi che sfidano gli ultimi freddi invernali e partecipano alla Open Derive, i tanti che affollano la zonale Laser, i partecipanti alla Regata dei Mazzarditi e i pochi, pochissimi della regata FW, che abbiamo comunque accolto facendoci in quattro.

Tutti costoro riconoscono al nostro Circolo un’ottima e professionale organizzazione, un’ accoglienza a terra senza pari e da qualche anno anche un vento che nulla ha da invidiare alle blasonate località lariane.

Quest’anno dobbiamo poi ringraziare chi ha reso possibile lo svolgimento di un bellissimo campionato nazionale della classe Laser Bug che ha dato lustro al Circolo sia sul territorio che sulla stampa locale e di settore.

Grazie ai 35 ragazzi scesi in acqua, al primo arrivato come all’ultimo, ai loro allenatori, genitori, a tutti quelli che hanno fatto assistenza o tifo, agli ufficiali di regata, all’organizzazione a terra, alla preziosa logistica alla Canottieri (in quei giorni ed ancor più a giugno con l’arrivo dei laser), all’inventiva di alcune socie che vedono con occhio nuovo le possibilità offerte dal nostro bellissimo lago e le propongono e realizzano con convinzione.

Un ricordo ed un rinnovato invito in acqua ai compagni laseristi, una piccola comunità che va dai più giovani ai master, con cui è sempre bello uscire a farsi una veleggiata.

Grazie alle 200 e passa anime del Circolo, una per socio, che contribuiscono come possono alla vita del CVI; invito tutti ad essere propositivi, a segnalare criticità e soluzioni, ad usare il sito internet anche in forma attiva scrivendo sul blog, a diffondere il nome del CVI e le opportunità che offre anche al di fuori della nostra piccola sede.

E infine un ringraziamento ed un augurio ai componenti del Consiglio direttivo nella speranza e certezza che tutti, ognuno per le proprie competenze ma anche apportando idee e contributi nuovi e costruttivi, possano far crescere al meglio la nostra realtà.

Grazie alla Miki, senza la quale difficilmente le tessere di socio potrebbero essere stampate e le scadenze rispettate, a Vincenzo webmaster e progettista proprio in questi giorni di una revisione completa ed aggiornata del sito del CVI, coordinatore della gestione dei posti barca e legale tuttofare, ad Angelo sempre pronto ad occuparsi di ogni aspetto organizzativo, a Paolo che si è preso l’onere di seguire una banda di ragazzini scalpitanti, a Davide che con la sua pluriennale esperienza coordina tutto ciò, a Laura che svolge il suo fondamentale ruolo organizzativo per la squadra agonistica e per le scuole-vela, ad Emilio, gradito ritorno in Consiglio ma da sempre presente in tutti i momenti necessari, a Massimo che trasferirà al sottoscritto tutto il suo sapere, a Pietro che ha deciso di passare la palla a qualcun altro ma che ha sempre gestito con oculatezza i fondi del Circolo e a tutti coloro che, pur non essendo in Consiglio per questione di numeri è come se lo fossero, data la costante presenza in tutte le occasioni importanti.

Ringraziamo infine il Collegio sindacale formato da Roberto Monico e Marco Polacchini che si sono dedicati al controllo del dettagliato bilancio consuntivo 2013 redatto dal tesoriere in maniera da costituire uno strumento informatico analitico e standardizzato che potrà essere la base per la contabilità futura sua e dei tesorieri che gli succederanno.

Per inciso, prima dell’approvazione del Bilancio consuntivo 2013 il Consiglio chiederà all’Assemblea dei Soci di ratificare l’incarico del Collegio Sindacale ai suddetti Roberto Monico e Marco Polacchini e la nomina di un terzo membro supplente, nella persona di Pietro Volta, come previsto dal nostro Statuto.

Il biennio che ci aspetta è la naturale continuazione di un nuovo ciclo in corso da anni  che speriamo offra a tutti  le giuste soddisfazioni ed opportunità di divertimento.

 

Prima di lasciare la parola ai consiglieri vorrei fare alcune brevi considerazioni “programmatiche” sul futuro prossimo del CVI:

–      Prima di Natale è  stata firmata la Proroga della Convenzione col Comune di Ispra per l’uso e la gestione delle aree demaniali del prato e della terrazza; nel 2014, anche in relazione alle nuove elezioni comunali e al previsto spostamento della Canottieri Ispra contratteremo con la nuova Giunta l’attribuzione di una sede aggiuntiva verso la Quassa sia per il ricovero dei mezzi che, possibilmente, per dotare il Circolo di uno spazio per  incontri, assemblee e per la festa di Natale;

–      In attesa di ulteriori spazi per l’espansione fisica del Circolo facciamo appello a tutti i soci affinché la sede e le barche siano sempre in ordine e in perfetta efficienza  sia per rispondere positivamente alle richieste del Comune di Ispra sia come segno di rispetto verso tutti i frequentatori del CVI (ve ne parlerà poi Vincenzo più dettagliatamente);

–      E’ emersa anche la necessità di far fronte al fisiologico calo di entrate degli ultimi anni, a causa anche della crisi economica, e la volontà, al contrario, di crescere ulteriormente, di aumentare l’offerta formativa delle scuole vela, la pratica agonistica delle nostre squadre giovanili; pertanto ci adopereremo per migliorare ed incrementare il parco mezzi (barche a vela e mezzi di assistenza in acqua) cercando di attingere a bandi pubblici, sponsorizzazioni, pubblicità, finanziamenti e donazioni per cui invitiamo fin da subito tutti i soci a farsi promotori in tal senso e a segnalare occasioni nuove per il Circolo;

–      Vorremmo da quest’anno programmare, oltre alle tradizionali regate del campionato sociale,  alcuni eventi estivi, che possano diventare ulteriore momento di incontro e socializzazione tra i soci ed eventualmente occasione di raccolta fondi per gli obiettivi che ci siamo proposti;

–      Invitiamo quindi tutti a consultare periodicamente il sito web per aggiornamenti,  per essere puntualmente informati sul livello del lago, sulle attività in corso e sui report delle regate riportati sul blog, sulle nuove proposte e occasioni che il CVI offre e per comunicare al Consiglio proposte, idee, iniziative che possano migliorare la gestione della nostra associazione.

Lascio quindi l’onore ed onere ai consiglieri di illustrare i vari aspetti gestionali e pratici, i risultati ottenuti nel corso del 2013 ed i programmi per il prossimo biennio.

grazie

Maurizio Garrasi