Campionati giovanili in doppio classe 29er Dervio 7-10 settembre 2017

21462525_339886673122370_4306660233242343721_n

Di seguito il racconto della nostra atleta Bianca Garrasi:

Da mercoledì a domenica siamo state sul lago di Como dove abbiamo sperimentato condizioni meteo di tutti i tipi.
Le prime giornate erano caratterizzate da sole e alte temperature mentre con l’arrivo del weekend è arrivata anche la pioggia e il freddo. 
Io e Maria, del CVCI, eravamo alla nostra prima regata di flotta (34 barche) da quando abbiamo iniziato ad andare sul 29er. Proprio per questo motivo non avevamo grandi aspettative per la regata. Tuttavia giovedì, il primo giorno di regata, siamo state premiate da un vento leggero, simile a quello che sperimentiamo quando usciamo a Ispra o nelle altre località del lago maggiore. Grazie anche ad una partenza fortunata in barca comitato siamo riuscite a staccarci dalla flotta e a navigare con vento libero fino alla boa di bolina, che abbiamo girato terze. Durante il lato di poppa e nei lati successivi del percorso veniamo recuperate da altri equipaggi ma finiamo la prova ottave, entusiaste del risultato.
La seconda e ultima prova di giovedì (anche se ne erano previste quattro) viene disputata con vento più forte da sud. L’intensità del vento ci mette in difficoltà e da subito notiamo di avere un passo più lento degli altri. Una volta tornate a terra scopriamo però di essere partite in anticipo e di essere state dunque squalificate.
Il secondo giorno di regata c’è da subito una Breva sui 12 nodi da Sud. La nostra inesperienza si fa sentire e chiudiamo tutte le 4 prove alla ventinovesima posizione. Sabato, il terzo giorno, il clima è molto più freddo, il vento è più forte e la decisione se uscire o meno è difficile. Alla fine decidiamo di uscire ma a causa della fretta armiamo male il gennaker. Cerchiamo di sistemarlo in acqua ma aggraviamo la situazione. Partiamo un pelo in ritardo per la prima prova ma riusciamo a fare una bolina dignitosa, nonostante il vento, soddisfatte giriamo la boa ma ci accorgiamo subito che non riusciamo a scendere lungo il lato di poppa con il gennaker ingarbugliato quindi siamo costrette a ritirarci. Aspettiamo gli altri all’arrivo, mentre il vento sta calando. Gli altri riescono a finire la prova ma poi le condizioni non permettono di disputare le altre prove previste. Torniamo a terra sotto la pioggia che continua anche il giorno seguente. Domenica quindi non si esce in acqua e la regata è annullata verso mezzogiorno. Si carica sotto la pioggia e si torna a casa stanche e bagnate. Nonostante la posizione a fine classifica siamo comunque soddisfatte di aver partecipato. Di aver fatto un esperienza simile con tante barche e tanti ragazzi dai quali poter imparare.
Bianca
21371035_340229559754748_6781104321237627071_n
image_pdfimage_print